Domenica, 14 Agosto 2022 15:38

Letture estive, suggerite da Gabriele Corti

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Seconda lettura “fotografica” estiva

FIGURE di Riccardo Falcinelli


Care socie e cari soci,
dopo “Sai perché le tue foto fanno schifo”, che spero vi sia piaciuto, ecco un libro
che dovrebbe aiutarci a fare in modo che le nostre foto non facciano schifo:
FIGURE di Riccardo Falcinelli ed. Einaudi, un libro di quasi 500 pag. che spiega
“come funzionano le immagini dal Rinascimento a Istagram”.
Con una scrittura facile e con  500 immagini quasi tutte a colori spiega,
non tanto cosa rappresentano ed il loro significato, ma come funzionano, come sono state progettate e costruite.

Un esempio significativo lo trovate a pag.399, dove l’autore spiega perché proprio la  
foto scattata dal fotografo Nick Ut della bambina colpita da napalm in Vietnam,
e non quelle di altri reporter presenti, è diventata così famosa ricevendo il Pulitzer e il Word Press Photo.
La spiegazione é che il fotografo ha piegato le ginocchia,
si è messo alla stessa altezza dei soggetti creando un coinvolgimento maggiore.

Molto interessante è anche il capitolo “Dintorni dorati e psicologici”che parla delle cornici
e dei bordi attorno alle immagini.
Se avete la sindrome del file bianco o nero in questo libro troverete tanti spunti .

Buona lettura 

Gabriele

 

 

F2

 

F3

 

F4

 

F5

 

 

titolo

 

 

Care socie e cari soci,

per l’estate vi propongo alcune letture “fotografiche”, non manuali di tecnica che ormai possediamo tutti benissimo, ma testi che trattano il tema a 360 gradi.

Per cominciare date un’occhiata al libretto di Gianluca Bocci dal titolo “ Sai perché le tue foto fanno schifo”che inizia così:

“Se pensi che facciano schifo allora sei sulla buona strada ! “

E via con dieci capitoli brevi e scorrevoli dove l’autore ribadisce concetti più o meno noti, che a volte dimentichiamo e sui quali vale comunque sempre la pena soffermarsi quando si scatta.

Ne cito alcuni:

- solo chi vede i propri limiti può correggere il tiro e migliorarsi

- noi fotografiamo per soddisfare qualcuno

- non potremo fare a meno della progettualità specialmente se lavoriamo in squadra

- senza sperimentazione un fotografo può fare solo schifo

- l’originalità non sempre paga 

- qualsiasi cosa è stata fotografata prima di voi e pure meglio di voi

- la fotografia è come una barzelletta: se devi spiegarla allora non funziona

E conclude con con una domanda che dovremmo porci sempre: 

 “Ma le nostre fotografie fanno schifo ?”.

La risposta è purtroppo sì perché fanno parte del passato, sono servite a farci crescere, quindi sappiamo già che da domani potremo, anzi dovremo fare meglio. O almeno e quanto dobbiamo prefiggerci di fare.

Buona lettura e buona luce a tutte e a tutti

Gabriele

Gabriele Corti

Via Ronchetto 6f

6814 Cadempino

 

 

commento

Letto 3409 volte Ultima modifica il Domenica, 14 Agosto 2022 10:03
Image